Cure

46_foto

PEDODONZIA

Si occupa della cura dei denti dei bambini: è molto importante che i denti da latte arrivino sani al momento della loro sostituzione naturale con quelli ‘definitivi’. Di solito la prima visita dentistica per un bambino avviene intorno ai 5 anni, rispettando già in precedenza corrette abitudini alimentari e di igiene al fine di evitare l’insorgere prematuro della carie.

PARODONTOLOGIA

E'' una branca dell''Odontoiatria che studia i tessuti del parodonto (peri = attorno; odons = dente) e le patologie ad esso correlate. Il parodonto è costituito 1 - gengiva 2 - osso alveolare 3 - cemento radicolare (tessuto che ricopre la radice del dente) 4 - legamento parodontale. La parodontologia si occupa quindi dell''insieme dei tessuti molli (il legamento periodontale e la gengiva) e duri (cemento e tessuto osseo alveolare) che circondano il dente e che assicurano la sua stabilità nell''arcata alveolare (in condizioni di salute).

PROTESI FISSA

Quando il dente è gravemente compromesso dalla carie, spesso per ricostruirlo non basta un’otturazione con materiale estetico, poiché il dente, soprattutto se precedentemente devitalizzato, potrebbe essere molto delicato e non riuscire a sostenere il carico della masticazione. In questi casi è necessario ricoprirlo con una corona e/o ponti in ceramica o in metallo-ceramica o solo in ceramica che vengono cementati sui denti naturali, ripristinandone la disposizione naturale. Le corone sono protesi realizzate per i singoli denti dei quali si conserva la radice, si ancorano al dente modificato (moncone) o tramite perni endocanalari direttamente alla radice. Nei ponti l'elemento dentario danneggiato viene sostituito da una protesi che coinvolge i denti adiacenti, che per questo sono ridotti a monconi e protesizzati.

PROTESI MOBILE

In caso di parziale o totale assenza di elementi dentari, i denti mancanti, possono essere sostituiti da protesi removibili, parziali o totali, che consentano una corretta riabilitazione della masticazione. Questo tipo di protesi possono essere tolte dalla bocca, poiché si ancorano ai denti adiacenti tramite ganci o attacchi speciali. Nel caso di pazienti che hanno perso tutti i denti, la protesi può essere supportata dalla propria mucosa.

CHIRURGIA ORALE

Quando insorgono patologie più complesse spesso è necessario intervenire con trattamenti chirurgici, quali estrazioni semplici e complesse di denti malati o distrutti, asportazione di cisti dentarie, frenulectomia, osteoplastica . In casi particolari, o quando il paziente lo richieda, è possibile eseguire interventi di chirurgia orale, anche, in anestesia generale o in sedazione, con il fine di minimizzare gli stress e l'ansia durante l'intervento.

ORTODONZIA

L'ortodonzia è quella particolare branca dell'odontoiatria che studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari. Essa ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo o riportando i denti nella posizione più corretta possibile. La pratica ortodontica consiste sostanzialmente in due tipi di terapia che molto spesso sono consequenziali. Terapia chirurgica e terapia meccanica. La seconda si attua mediante la costruzione di diversi tipi di apparecchi che potremo suddividere in: Apparecchi fissi: agiscono direttamente con la loro forza quando viene attivata (es. apparecchi con viti, archi, molle ecc.) Apparecchi mobili: sfruttano le forze masticatorie essendo di per sé inattivi (es. placca vestibolare, piano inclinato, ecc.) Mascherine invisibili:è un trattamento ortodontico che utilizza una serie di mascherine rimovibili utilizzate come alternativa ai tradizionali apparecchi ortodontici in metallo

ENDODONZIA

A volte è necessario ricorrere alla devitalizzazione di un dente se la carie intacca la dentina e, successivamente, la polpa del dente, oppure se si avvicina al nervo causando dolore intenso e persistente. Attraverso appositi strumenti si elimina la polpa dentaria infetta all’interno del dente. I denti devitalizzati, soprattutto nei settori latero-posteriori sono più fragili e delicati, per questo spesso vengono ricostruiti protesicamente con una corona (capsula) che ricoprendo totalmente il dente gli garantisce una maggiore resistenza.

CONSERVATIVA

La conservativa è una disciplina dell’odontoiatria che ha lo scopo di conservare i tessuti duri dei denti, sia a livello della corona, sia a livello della radice. L’odontoiatria conservativa si occupa del restauro di elementi dentari compromessi dalla carie, con l’impiego di nuovi materiali compositi, che simulano perfettamente il colore e la luminosità del dente naturale (materiali compositi ibridi, vetri di bario resistenti all’usura, pigmenti fluorescenti che in normali condizioni donano un aspetto luminoso al dente).

IMPIANTOLOGIA

Si tratta di interventi che consentono la sostituzione dei denti mancanti con protesi fisse ancorate all’osso con viti in titanio biocompatibili, conservando l’integrità dei denti naturali adiacenti e senza dover ricorrere alla tradizionale preparazione a moncone dei denti residui. Le viti sostituiscono la radice naturale del dente con una radice artificiale (impianto) sulla quale viene cementato o avvitato l'elemento protesico.

SEDAZIONE

Possibilità di sedazione cosciente con anestesia (eseguita dal nostro anestesista specialista ospedaliero) in vena, con mascherina seguiti dal personale medico. La nostra equipe specializzata sarà a vostra disposizione per l'intera mattinata dell'intervento.

IGIENE ORALE

L’igiene orale è un trattamento di base che contribuisce ad eliminare la placca batterica (tartaro) e a combattere efficacemente carie e malattie gengivali. Le nostre Igeniste eseguono trattamenti di rafforzamento dei denti (fluoro profilassi). Su richiesta si effettuano interventi di cosmesi dentale con efficaci sistemi di sbiancamento